Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
assisoleil
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

facebook
linkedin
android
appstore
instagram
580b57fcd9996e24bc43c543
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
6a00d83451b36c69e201b7c8cd59ee970b-600wi
Section Title
Lorem ipsum dolor sit amet

Articoli Recenti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
08/05/2017, 15:57

furti,auto, la classifica,assicurazioni



-Furti-in-auto,-tutti-gli-oggetti-che-fanno-più-gola


 L’ autoradio, le buste della spesa, le scarpe usate e la targa tra i dieci più rubati nel Regno Unito. La top ten e i consigli per non finire nel mirino dei ladruncoli



Portiera forzata, serratura spaccata, finestrino in frantumi. Danni alla vettura per centinaia di euro per prendere un paio di occhiali da sole, magari pure taroccati. Non solo. 

Con la tecnologia odierna può capitare anche di veder sparire qualcosa dall’auto senza nessun danno apparente: i ladri più smart infatti riescono a ricodificare le chiavi con apertura a distanza e frugare nell’auto senza dare nell’occhio. 
In qualunque caso, una piccola disattenzione può costare cara. 
L’inglese Car Line, specializzata nel noleggio, ha condotto uno studio sugli automobilisti britannici e sulle compagnie assicurative e ha scoperto che nel 2016 uno su cinque è stato vittima di un furto in auto. 

Ecco quali sono i dieci oggetti più rubati nel Regno Unito e una serie di consigli per evitare di attirare l’attenzione dei ladruncoli, validi per tutti.

Al primo posto degli oggetti che fanno più gola troviamo un classico: l’autoradio. La più amata dai ladri di tutti i tempi. In passato prima di scendere dall’auto si staccava il "mattoncino", evolutosi poi in frontalino, proprio per evitare il furto. Oggi, con gli impianti infotainment integrati nelle nuove auto, questa pratica è obsoleta, e per i topi d’auto la vita si è fatta dura. Ma se la vostra auto monta un modello asportabile, meglio portarla sempre con sé.

Al secondo posto troviamo le buste della spesa: il logo di un marchio famoso fa sicuramente più gola di quella del supermercato, ma meglio non lasciare mai in vista gli acquisti effettuati, è buona pratica riporli sempre nel bagagliaio, lontano da occhi indiscreti. Non si sa mai.

Al terzo posto c’è il navigatore satellitare. Anche qui, il discorso varia molto in base all’età e al modello dell’auto: le nuove ce l’hanno quasi tutte integrato nel sistema di infotainment di bordo e sradicarlo dalla plancia sembra abbastanza complicato oltre che improbabile. Occhio se usate quelli portatili: anche se lo riponete nel cassettino del cruscotto, quindi non è visibile, lasciare il suo supporto a vista è un indizio che non sfugge ai ladri.

Quarto oggetto irresistibile: lo smartphone. Attenzione a non dimenticarlo nell’abitacolo, specie se si tratta di uno dei modelli più cool. Ma anche i meno costosi e attuali fanno gola ai ladri di passaggio: è facile rivenderli anche come pezzi di ricambio.

Al quinto posto troviamo capi di abbigliamento e scarpe. Strano ma vero, lasciare una giacca sul sedile o un paio di sneakers usate sul tappetino può esporci a un bel danno.

Sesta posizione per gli occhiali da sole, altro oggetto che capita spesso di lasciare sul cruscotto e che attira l’attenzione dei ladruncoli.

Settimo posto per il logo con il marchio dell’auto: qui si può fare ben poco per contrastare il fenomeno.

In ottava posizione tra gli oggetti più rubati in auto c’è il portafogli. Abbastanza scontato. Sparirebbe con facilità ovunque.

Nel mirino dei ladri, al nono posto ci sono le gomme. La loro rimozione è un’operazione che richiede tempo, attrezzatura ed energie da parte del furfante. Il consiglio è, specie se avete appena montato un treno nuovo di zecca, di non parcheggiare in punti nascosti, scarsamente illuminati e poco frequentati. Il rischio di trovarla su quattro mattoni - se siete fortunati - è in agguato.

Il decimo e ultimo oggetto più rubato è la targa. Questo è un grosso danno, il suo furto comporta una denuncia alle autorità e la reimmatricolazione del veicolo, con costi e seccature non indifferenti. Per scongiurare di trovarsi senza targa, o peggio ritrovarsi inconsapevolmente immischiati in qualche brutta faccenda, si possono utilizzare dei rivetti aggiuntivi o delle viti con rondella antivibrazione, per bloccarla meglio e rendere più difficoltosa la sua rimozione.

In ogni caso, il consiglio generale è di dotare l’auto di antifurto, non lasciare oggetti in vista all’interno dell’abitacolo, anche se di scarso valore, e parcheggiare in luoghi illuminati e frequentati, quando possibile.

Silvia Bonaventura - Repubblica 



1
580b57fcd9996e24bc43c543
groupama
Lorem ipsum dolor sit amet
Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.

Lorem ipsum dolor sit amet

Insert title
Insert subtitle
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit.
Create a website